Cucina & Ricette

Gricia!

Sabato ho trovato al supermercato un guanciale a cui mancava solo la parola per quanto era bello, ne ho preso quindi un etto e mezzo tagliato un pò spesso (circa 2-3 mm) per farci una bella gricia o una matriciana.
Ieri ho deciso per la variante “gricia”.
Ingredienti per due persone:
200 grammi di pasta lunga (bucatini o spaghettoni)
150 grammi di guanciale (possibilmente di Amatrice, ma se non lo è va bene ugualmente, non sono un talebano culinario)
Pecorino Romano grattugiato
Tagliate a listarelle il guanciale e mettetelo a soffriggere in padella a fuoco basso finché non sarà ben colorito. Non aggiungete olio (il grasso del guanciale basta ed avanza), al limite un cucchiaio di strutto (visto che vi fate del male, fatelo per bene) ma per favore non olio d’oliva, non c’entra nulla.
Nel frattempo mettete a bollire l’acqua e cuocete la pasta, che scolerete un pò al dente per saltarla in padella.
Impiattate e spolverate con abbondante pecorino grattugiato. Qui c’è una diatriba tra i puristi che non ritengono idoneo il pecorino romano perché troppo salato, sostituendolo con il pecorino di Amatrice e chi invece procede senza particolari problemi. Indovinate da che parte sto?
Buon appetito!

Standard
Cucina & Ricette

Pizza time!

Stanchi di andare in pizzeria il sabato sera? Stanchi di pagare 20 euro a testa per una birra media ed una pizza molliccia? Bene.
Fatela da voi!
Ve l’avevo detto che non si sarebbe parlato solo di informatica!

Ingredienti per due persone (per 4 raddoppiare le quantità, per sei triplicare, semplice no?)
300 gr. farina 0
150 gr acqua
1/4 cubetto lievito di birra
due cucchiaini di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
Olio extravergine 2 cucchiai

Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico (aggiungere acqua o farina alla bisogna, il grado di umidità della farina non è mai uguale) e mettere a lievitare in forno con la sola luce accesa per 4-5 ore (l’impasto dovrà raddoppiare di volume), quindi stendere con un mattarello su un piano infarinato ed infornare a 250 gradi in forno già caldo.
Consiglio: se fate una pizza rossa, mettete prima solo la base con il pomodoro, infornate per 5-7 minuti e quando il fondo sarà colorito, allora aggiungete anche gli altri ingredienti (mozzarella, formaggi vari); se fate invece una pizza bianca (con patate o cipolle o quello che volete) infornate tutto subito in modo da far cuocere per bene gli ingredienti.
Io ho un forno elettrico e così facendo mi vengono delle pizze perfette, c’è da dire che ogni forno fa storia a sé, quindi fate un pò di prove fino a raggiungere il risultato che cercate.
Edit 26/10:
Ieri sera ho cambiato farina per fare la pizza, ho usato solo Manitoba, il risultato è nettamente migliore sia in termini di croccantezza che di conservabilità. Stamattina sembrava ancora come appena sfornata, mentre quando usavo solo farine a bassa forza (normale 0) appena sfornata era buona ma dopo 12 ore diventava gommosa.

Standard